Home SportPesca Pesca, Filippo Montepagano si conferma: per il secondo anno di fila è campione del mondo di lancio tecnico, dopo aver vinto il titolo assoluto in Paraguay

Pesca, Filippo Montepagano si conferma: per il secondo anno di fila è campione del mondo di lancio tecnico, dopo aver vinto il titolo assoluto in Paraguay

da Alberto Bruzzone

di DANILO SANGUINETI

Sempre più pieno il carniere della Fi.Ma Chiavari: non solo di prede, ci sono medaglie, coppe, titoli e riconoscimenti a rendere ricco il bottino. La società di pesca sportiva sta vivendo un autunno di gloria come non accadeva da parecchio tempo. Si stanno sommando tutta una serie di risultati che certificano come il gruppo dei pescasportivi guidati dal presidente Umberto Righi abbia confermato i risultati raggiunti negli anni precedenti e stia puntando a nuovi e prestigiosi traguardi.

A cominciare da una certezza, quella del pescasportivo con il fisico da Iron Man. Per la seconda volta in carriera, Filippo Montepagano è salito in cima al mondo del Lancio Tecnico, vincendo il titolo assoluto ai mondiali svoltisi in Paraguay, precisamente nella capitale, Asuncion, mettendo in fila tutti i 55 partecipanti alla manifestazione iridata, provenienti da otto paesi.

L’alfiere della Fi.Ma Chiavari, che era anche il capitano della Nazionale A Italiana, a 28 anni ha dimostrato di essere l’unico alla pari con i mostri sacri argentini – quattro messi in fila in classifica nella classifica finale individuale – e di poterli battere sul loro campo preferito fatto di potenza fisica smisurata, e di misure estreme, ‘da marziani’, oltre i 260 mt.

Il presidente Righi entra nei dettagli. “C’è da tenere conto che Filippo e tutti gli atleti partecipanti, hanno dovuto misurarsi con i problemi di una organizzazione non proprio impeccabile, alla prima esperienza in un evento così importante; la riduzione da 5 a 4 lanci per atleta e per ogni categoria di peso lanciato, hanno reso più difficoltoso (anche a livello psicologico) il percorso agonistico dei lanciatori, alcuni dei quali infatti hanno ‘bucato’ alcune categorie in modo inusuale”. Per esempio il diciottesimo posto nella ultima categoria di lancio (100 gr) da parte dell’immenso atleta argentino Salvador Bustos, con la misura di 230 mt e ben 3 lanci nulli, cosa affatto normale per uno che aveva stravinto a livello individuale gli ultimi tre mondiali, e che stavolta ha dovuto accontentarsi della terza piazza sul podio finale.

Prosegue Righi: “Filippo ha vinto anche grazie a questo incidente di percorso, ma ci ha messo tanto del suo essere un campione vero, vincendo la categoria dei 125 gr con mt 260,70, piazzandosi al secondo posto nei 175 gr (mt 250,80) e collezionando due sesti posti nei 150 e 100 gr. Prestazione di grande affidabilità a livelli altissimi, nonostante lo stress psico-fisico di 4 giornate di gara, dove il vento ‘ballerino’ la faceva da padrone indiscusso”.

La squadra nazionale italiana, composta oltre al portacolori della Fi.Ma Chiavari Filippo Montepagano, anche da Biagio Morra, Francesco del Nero e Massimo Gargiulo, ha conquistato il bronzo nella classifica a squadre, dietro ai due squadroni di Argentina A e B che hanno lasciato le briciole a tutti gli altri team presenti in pedana.

Con un poker di medaglie pregiate al collo, Filippo Montepagano ha ricevuto i dovuti riconoscimenti da Fipsase Coni e dalle amministrazioni locali, ma sicuramente la festa che più farà piacere a ‘Filo’ sarà quella con gli amici. “Direi con i ‘fratelli’ del Gruppo Long e Surf Casting della Fi.Ma Chiavari. Ragazzi che continuano la leggenda di un team miracoloso dove le risate, le cene e l’amicizia (quella con A maiuscola) sono basilari e propedeutiche ai successi individuali e di squadra, in giro per Italia e per il mondo”.

Filippo Montepagano non è nuovo a simili risultati di prestigio, la sua carriera è iniziata da giovane, a soli 16 anni vestiva già la maglia azzurra; e se si considera che oggi ha solo 28 anni e continua a migliorarsi, chissà dove potrà arrivare: Campione Italiano U21 Surf Casting, più volte Campione Italiano Lancio Tecnico (cat. Fisso). Nel 2012 Campione Mondiale Long Casting (Nazionale Italiana-Sq A). Nel 2015 Campione del mondo Individuale Long Casting. Nel 2017 Campione del Mondo per nazioni Long Casting. Nel 2019 Campione del mondo per nazioni e argento individuale. Detiene il record mondiale di lancio di metri 281,19 con peso di grammi 150. A questo punto l’unico che può tenergli testa è il mitico Bustos, ma anni e forza sono dalla parte di Filippo…

Ti potrebbe interessare anche