Home SportCanottaggio La Canottieri Argus di Santa Margherita Ligure ottiene importanti risultati alla Silver and Kinder Skiff di Moncalieri e sul canale di calma di Genova Pra’

La Canottieri Argus di Santa Margherita Ligure ottiene importanti risultati alla Silver and Kinder Skiff di Moncalieri e sul canale di calma di Genova Pra’

da Alberto Bruzzone

di DANILO SANGUINETI

Tenere la schiena dritta non è una qualità solo in un campo specifico: quello del canottaggio dove bisogna avere un dorso assai flessibile, potente e allo stesso tempo grado di sottoporsi a tensioni e mantenere una flessibilità di non comune portata. Lo sanno benissimo tutti i ragazzi della Argus Santa Margherita Ligure che con gli scalmi ai loro lati e con i o il remo in mano conquistano successi sia sul sedile fisso che su quello mobile senza trascurare la parte dedicata allo skiff, lo stile di voga su barche monoposto e percorsi assai più lunghi di quelli classici da gara olimpica. La Canottieri Argus alla recente Silver and Kinder Skiff, meeting internazionale di canottaggio svoltosi a Torino sul Po, ha fatto il botto e conseguito eccellenti risultati.

La gara prevedeva diversi percorsi per le varie fasce di età. L’evento principale, prima edizione nel 1992, si svolge sul percorso Cerea-Isolotto di Moncalieri-Cerea, per un totale di 11 km. Partecipano alla Silver Skiff riservata agli adulti i canottieri delle più importanti società italiane e straniere: campioni del mondo e olimpici e atleti amatori su un percorso atipico di 11 km a cronometro invece che 1500-2000 metri in bacino e in gruppo. Quest’anno gli atleti in gara erano 623.

Come cornice a questa importante regata in un periodo dell’anno nel quale, di solito, non ci sono in programma regate internazionali, si svolge il giorno precedente la Kinder Skiff, regata riservata agli under 13. Ed è qui che la Argus ha messo in mostra la nuova generazione di canottieri.

“I più giovani – afferma l’allenatore Filippo Dato – hanno gareggiato su un percorso diverso: i nati nel 2010 e 2011 sulla lunghezza di 1000 metri e i ragazzi nati del 2009 e 2008 su un percorso di 4000 metri. In entrambi i casi a metà percorso si gira intorno a una boa e si torna dove si è partiti. Anche questo caratteristico giro di boa è una peculiarità del percorso torinese in quanto è l’unica occasione di una regata non completamente in linea retta”. Per fare un paragone sarebbe come se dei pistard venissero portati a fare del ciclocross. È questa la regata del sabato alla quale hanno preso parte i ragazzi dell’Argus.

Filippo Dato elenca i piazzamenti, tutti abbastanza soddisfacenti: “Nella categoria allievi B2 abbiamo raccolto i migliori risultati con Bianca Bernardi al terzo posto, Michelle Castania al quinto posto e Carlotta Castagnola al 20esimo posto. Tra i maschi Aldin Apuzzo si è classificato 5°, Manuel Tosi 11°, Lorenzo Caperoni 24° e Oscar Canale 36° su un totale di 59 iscritti in questa categoria. Ester Canale, anno 2008, è arrivata 26a nella categoria cadette su 42 iscritti”.

Il meteo ha mostrato clemenza, ‘addolcendo’ il percorso: “La giornata era splendida con un fiume perfetto, un leggera brezza contraria nella prima parte di gara, quindi girata la boa il vento era favorevole ai canottieri”. Su un terreno più tradizionale come il canale di calma di Genova Pra’ l’Argus ha spopolato. Il campo di regata di Genova Pra’ ospitava una regata promozionale, quinto appuntamento stagionale del 2022, dedicata in particolar modo alle categorie giovanili e aperta anche alle altre regioni. La Canottieri Argus 1910 ha ottenuto il secondo posto nella classifica per società grazie a dieci medaglie tra ori, argenti e bronzi. Conquistato l’oro nel singolo ragazze con Giulia Ghibaudo, nel doppio Allieve B2 con Valentina Palazzi e Carlotta Castagnola, nel doppio Allievi B2 con Oscar Canale e Lorenzo Caperoni. Oro per gli Allievi B2 Bianca Bernardi, Aldin Apuzzo e Manuel Tosi. Da sottolineare anche la vittoria di Francesco Russo Verderame nel Meeting Nazionale Universitari. Chiudere la stagione con questo fuoco di fila di successi conferma che il trend per il club del presidente Claudio Marsano resta ampiamente positivo.

Ti potrebbe interessare anche