Home SportMotori Il Circuito Kart Carasco Reparto Corse ben figura al Trofeo Nazionale EasyKart di Brescia, con le performance molto positive dei propri piloti

Il Circuito Kart Carasco Reparto Corse ben figura al Trofeo Nazionale EasyKart di Brescia, con le performance molto positive dei propri piloti

da Alberto Bruzzone

di DANILO SANGUINETI

Proprio in questi giorni sulle tv a pagamento circola un documentario eccellente su come venne allevata una ventina di anni fa una generazione di fenomeni delle due ruote. Tutto partì da quando si comprese che i piloti di moto andavano presi praticamente in fasce e messi su veicoli adeguati alla loro età e alle loro capacità. In questo modo si sarebbe potuto valutare con calma le loro capacità e le loro possibilità di miglioramento nel tempo.

Il discorso può valere anche per le quattro ruote dato che il parco piloti da auto da corsa nel Bel Paese è in grave crisi, e non da poco tempo. In F1 siamo allo zero virgola zero, da circa dieci anni il vuoto assoluto e poca roba anche nelle categorie inferiori. Evidente che c’è da ricostruire, bisogna partire dal basso, dalle basi. Ed andare a vedere cosa hanno fatto all’estero, intuire come sono i go kart, il grado zero dell’apprendimento della difficile arte delle derapate.

Per avere il piede sempre sull’acceleratore occorre sporcarsi la tuta con l’olio un po’ stantio delle macchinette che in alcuni casi sono appena più veloci di un tosaerba ma che formano il carattere e allenano l’occhio. La Liguria può vantare una incubatrice di piloti nel Tigullio dove opera il CKC (Circuito Kart Carasco) Reparto Corse. Il maestro e team manager della scuderia CKC è Enrico Guidoni che ne illustra le finalità. “È un’organizzazione tecnico-sportiva, affiliata alla federazione di competenza Aci Sport e riconosciuta dal Coni, che nasce dalla volontà di un gruppo di appassionati del settore karting, al fine di poter dare la possibilità, nel nostro ambito territoriale, di avere un riferimento relativo all’organizzazione tecnica e logistica di supporto, creata allo scopo di partecipare alle competizioni Karting nazionali e internazionali con particolare attenzione al Trofeo Nazionale Easykart”.

Siamo nella categoria ‘entry level’. La scelta del Trofeo Nazionale Easykart è dovuta al forte legame tra Circuito Kart Carasco e il gruppo Birel Art. Guidoni e i dirigenti hanno le idee chiare: hanno scelto il settore che prevede semplicità di utilizzo dei mezzi e costi ridotti di partecipazione.

EasyKart nasce da un progetto ideato alla fine degli anni Novanta con l’intento di sostenere e promuovere il karting di base e in modo particolare il settore giovanile. Ponendosi questo obiettivo, ha preso forma un Trofeo di Marca costituito da 3 categorie: 60 Easykart, 100 Easykart, 125 Easykart.

Guidoni entra nel dettaglio: “Il Regolamento tecnico per le categorie Easykart consente solo regolazioni di set-up vietando la sostituzione di qualsiasi accessorio tecnico di serie, permettendo così che ad emergere siano le doti dei piloti. Questa caratteristica risulta molto formativa e ha reso il Trofeo Easykart la scuola più autorevole per accedere al karting di vertice”. Bene la preparazione, meglio la realizzazione perché il Trofeo 2022 è stato ricco di soddisfazioni per CKC.

Il mese scorso presso il circuito Franciacorta Karting Track, il santuario del Kartin nostrano, situato in provincia di Brescia, si è tenuto il settimo e ultimo Round del Trofeo Nazionale EasyKart, campionato monomarca Birel Art al quale partecipano almeno un centinaio di piloti divisi per categoria e provenienti da diverse regioni d’Italia e dall’estero (Repubblica Ceca, Ucraina, Ungheria).

Sotto la guida di Guidoni, i piloti in forza alla CKC hanno chiuso la stagione con ottimi risultati, sicuramente di buon auspicio per il prossimo anno. In 125cc Riccardo Pollastri, in una finale molto combattuta, ha ottenuto un quarto posto (P4) che non è stato sufficiente per ottenere la vittoria finale in campionato, anche se era ampiamente alla sua portata. Si è infatti posizionato al secondo posto (P2) in classifica generale, che è da considerarsi comunque un risultato eccellente.

In 100cc l’undicenne Valentino Gaggia ha ottenuto un buon settimo posto (P7) in rimonta in una finale che lo ha visto partire dalla P13 per noie al motore in qualifica e che è terminata anticipatamente a causa di un incidente occorso a un altro pilota, fortunatamente senza conseguenze fisiche. Questo risultato ha permesso a Valentino di terminare quinto in classifica generale (P5) e quindi di essere premiato anch’egli in occasione delle Finali Internazionali (in 100cc e in 60cc vengono premiati i primi 5 classificati di categoria).

Nella categoria 60cc, che si conferma la più combattuta e frequentata – in stagione si sono confrontati ben 54 piloti dai 9 ai 12 anni – il pilota Andrea Marsella (11 anni) ha chiuso la Finale in P16 dopo aver occupato a lungo la P12; in funzione di questo risultato ha chiuso in P10 in classifica generale di categoria.

Sempre in categoria 60cc ha ben figurato anche il pilota Diego Rollando (9 anni), il quale dopo una qualifica condizionata da un guasto al motore che lo ha costretto a partire dall’ultima posizione in finale, ha completato una grande rimonta che lo ha portato fino alla P21. Questo risultato lo ha posizionato in P36 in classifica generale alla sua prima stagione di Karting che, al termine di un evidente percorso di crescita, lo ha portato a lottare stabilmente con i piloti di centro gruppo.

Nella categoria 60cc Academy ha ben concluso la stagione il giovanissimo pilota Giuliano Boracchia (8 anni) che, non solo durante il weekend di gara ma durante tutto l’anno ha perseguito e raggiunto l’obiettivo di migliorare le sue performance sul giro sia in prova sia in ogni simulazione di gara; tutto ciò lo proietta verso un 2023 in categoria 60cc che sarà sicuramente ricco di soddisfazioni.

Questa categoria, essendo pre-agonistica, non dà luogo ad una classifica finale. Conclude Guidoni: “La premiazione dei piloti classificati nelle prime posizioni si terrà nel weekend 14-16 ottobre in occasione delle finali internazionali Birel Art sempre al Franciacorta Karting Track. I nostri piloti saranno in pista per dire la loro”. E non saranno parole sussurrate al vento, i Kart nostrani rombano forte e chiaro…

Ti potrebbe interessare anche