Home SportPallanuoto La Pro Recco in rosa torna in vasca: parteciperà agli Europei di categoria a Roma. La soddisfazione di Felugo

La Pro Recco in rosa torna in vasca: parteciperà agli Europei di categoria a Roma. La soddisfazione di Felugo

da Mainetti

di DANILO SANGUINETI

Lo scudetto e il titolo in Champions League sono la normalità per la squadra maschile della Pro Recco: fa notizia quando non vincono. Per il settore femminile un unico momento di gloria dieci anni fa, quando il Rapallo cercò asilo per un biennio sotto le grandi ali della società del patron Volpi e conquistò esattamente il Triplete: Scudetto, Eurolega e Supercoppa Europea. Una sbornia di successo ‘una tantum’, svanita e non più tornata.

In questa ennesima estate di trionfi per il club di Punta S. Anna diventato, grazie a scudetto e Champions 2022, senza discussione possibile quello ‘Più titolato al mondo’, c’è spazio anche per il ritorno delle calottine rosa, lo si fa questa volta partendo dalle ‘lady’ e non dalle ragazze del dream team di Riccardo Tempestini. È ufficiale, la Pro Recco parteciperà agli Europei di categoria a Roma. La squadra femminile Master over 30 sarà l’unica formazione italiana che si tufferà in acqua al Polo Natatorio di Ostia dal 29 agosto al 4 settembre all’inseguimento del titolo continentale.

Nel roster, affidato alle cure di mister Francesco Zongoli, ci sono due atlete che fecero parte proprio della super squadra di Tempestini: Simona Abbate e Giulia Rambaldi. Una formazione altamente competitiva che può annoverare altre stelle che hanno appena smesso di brillare nel firmamento delle prime squadre come la spagnola Blanca Gil Sorli e l’ungherese Mercedes Stieber.

Maurizio Felugo, presidente del club, abbraccia la nuova creatura: “Ci fa molto piacere rivedere una Pro Recco femminile. Abbiamo deciso di sposare questo progetto per due motivi: l’enorme crescita che sta avendo il movimento master e il messaggio di autentica passione e talento che queste ragazze porteranno in un evento così importante come sono gli Europei di Roma”.

Il tecnico Zongoli è una garanzia assoluta, per cinque volte ha guidato una squadra femminile Master alla conquista del titolo iridato nella categoria over 40. “L’accordo con la squadra più titolata del mondo è stato accolto con tanto entusiasmo dalle ragazze, d’altronde scendere in acqua con il costume della Pro Recco è il sogno di ogni pallanuotista”. E guarda già oltre: “Mi auguro che gli Europei di Roma siano solo l’inizio di un percorso che ci porti a disputare insieme anche i mondiali di Fukuoka del 2023. Vogliamo riscattare la finale di Gwangju persa ai rigori contro le americane. La nostra è una formazione che potrebbe tranquillamente giocare in serie A1, quella aperta a ogni età…Probabilmente non lotteremmo per lo Scudetto ma per accedere ai play off sì. Ci raduneremo a Ostia qualche giorno prima dell’inizio della competizione per rodare gli schemi, ma ho seguito le ragazze tutto l’anno nei diversi campionati, giocheremo per vincere gli Europei, non ci sono dubbi. Ringrazio la società e il nostro main sponsor, Senec, che hanno condiviso l’alto valore sociale e sportivo di questa opportunità”.

Il capitano Eliana Acampora: “Sarà un’emozione incredibile per tutte noi, giocheremo per ‘la’ squadra di pallanuoto, un grande onore che ci spingerà a dare ancora di più ma anche la piacevole responsabilità di doverci comportare da Pro Recco. Le mie compagne sono al settimo cielo, veniamo da due anni difficili e sarà bellissimo ritornare a giocare una competizione così importante a casa nostra, davanti ai nostri amici e parenti. L’accordo con la Pro Recco farà bene al movimento Master, gli darà ancora più credibilità e spingerà altre società a guardare con ancora più attenzione a questo mondo. Il nostro è uno sport difficile da vendere e far comprendere, ma la Pro Recco ha dimostrato che se ti muovi nella maniera giusta ottieni risultati in termini di visibilità”. E già che c’è non solo vede le aperture del presidente Felugo, ma rilancia. “Farebbe bene alla pallanuoto rivedere una Pro Recco al femminile anche in serie A1”.

 

La rosa: 1) Federica Ignaccolo (Portiere); 2) Giulia Rambaldi; 3) Simona Abbate; 4) Gloria Giachi;  5) Merci Stieber (Ungheria); 6) Alessandra Battaglia; 7) Blanca Gil Sorli (Spagna); 8) Nicole Sarnowski (Germania); 9) Marina Zablith (Brasile/Spagna); 10) Eugenie Pirat (Francia); 11) Eliana Acampora;12) Gaia Apilongo; 13) Lisa Riccardi (Portiere); 14) Roberta Anastasio.

 

Ti potrebbe interessare anche