Home Approfondimento Città intelligenti e transizione ecologica: a Genova accordo per il car sharing tra Comune e Duferco Energia

Città intelligenti e transizione ecologica: a Genova accordo per il car sharing tra Comune e Duferco Energia

da Alberto Bruzzone

di ALBERTO BRUZZONE

Quand’è che una città può realmente definirsi ‘smart’, ovvero ‘intelligente’? Quand’è che si comincia, a livello pratico, a parlare sia di transizione energetica che di transizione ecologica?

Tutto questo può avvenire quando partono progetti come ‘Elettra’, cioè il nuovo servizio di car sharing di Genova, che sarà al 100% elettrico e che è stato presentato nei giorni scorsi nel capoluogo ligure.

È un percorso molto innovativo e molto importante, che fa di Genova, ma un po’ di tutta la Liguria, un punto d’orgoglio a livello nazionale: da quando esiste il Ministero della Transizione Ecologica, c’è sempre più la necessità di spiegare alla cittadinanza quali siano i percorsi e di che cosa si tratti precisamente, ed ecco che le occasioni cominciano ad arrivare.

Quella di ‘Elettra’ è garantita da un accordo raggiunto tra il Comune di Genova e Duferco Energia, per l’erogazione di un servizio innovativo che abbia per obiettivo lo sviluppo della mobilità sostenibile del nostro paese, di pari passo con le principali smart city europee.

Il progetto, che è già pienamente in atto, è stato presentato in piazza De Ferrari dal presidente del Gruppo Duferco, il nostro editore Antonio Gozzi, insieme al presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti (nella foto a sinistra), all’assessore comunale alla Mobilità, Matteo Campora, e a numerosi altri soggetti coinvolti. È un’operazione che s’inserisce nei piani di sviluppo sostenibile dell’amministrazione genovese e che, proprio per questo, otterrà la certificazione ISO 37101, dedicata alle realtà che incentivano e promuovono la sostenibilità all’interno delle comunità urbane. Ad accompagnarlo, lo slogan: ‘C’è un nuovo animale in città. 100% elettrico’. Tra i partner coinvolti figurano ABB, Rina, Coop Liguria, Crédit Agricole Italia, Piave Motori e Free to X.

Secondo Antonio Gozzi, “‘Elettra’ rappresenta per Genova un deciso passo avanti nel processo di transizione ecologica ed energetica che ha intrapreso il nostro Paese. Vogliamo offrire ai genovesi un nuovo modo di vivere la mobilità urbana, sostenibile e rispettoso del territorio. Un obiettivo che siamo felici di condividere con un gruppo di partner prestigiosi, con cui abbiamo lavorato in questi mesi per fare sistema e offrire un contributo concreto alla nostra comunità”.

Entro la fine del mese di luglio, saranno ottanta le auto elettriche Volkswagen messe a disposizione dal nuovo servizio (settanta ‘e-up!’ e dieci ‘ID.3’, ma nel 2021 la flotta raggiungerà le cento unità con l’introduzione del modello ‘ID.4’): saranno tutte a zero emissioni e prenotabili attraverso la classica formula a noleggio – ‘Station Based’, oppure con la nuova modalità a flusso libero – ‘Free Floating’, che consente il ritiro e il rilascio delle auto in qualsiasi punto del centro città.

Secondo Giovanni Toti, “più vetture a disposizione dei cittadini e auto rinnovate grazie all’accordo siglato con Duferco Energia fanno fare un salto di qualità alla mobilità nel Comune di Genova. È un servizio che pensa allo sviluppo sostenibile e che prende il via proprio ora in cui siamo nel pieno della campagna vaccinale e della ripartenza. Quest’accordo tra Duferco e Comune di Genova vuole ridar fiato all’economia, favorendo la mobilità del futuro e permettendo di risparmiare, non inquinare e vivere più comodamente”. E il sindaco Marco Bucci aggiunge: “Genova sta compiendo una vera e propria rivoluzione per la mobilità urbana, puntando alla totale conversione del trasporto pubblico in elettrico entro il 2025: in quest’ottica rientra anche il piano di car sharing sviluppato e gestito da Duferco, che ringrazio per la preziosa collaborazione offerta alla città. Diamo un modello ulteriore ai genovesi per i loro spostamenti: moderno, agile e veloce anche nella fase di prenotazione”.

Il servizio è, in effetti, semplice da usare: basta scaricare la App Elettra o collegarsi al sito www.elettracarsharing.com, effettuare la registrazione, cercare sulla mappa tra le auto disponibili e prenotarle. Le auto di ‘Elettra’ si possono guidare sulle corsie degli autobus, possono passare liberamente in zona ZTL e ZSL ed essere parcheggiate gratis in Aree Blu e Isole Azzurre.

Inoltre, per tutta l’estate i nuovi clienti che scaricheranno l’app riceveranno in regalo dieci euro di traffico incluso. Maggiori informazioni si trovano anche sulle pagine Facebook e Instagram di ‘Elettra’.

Ma ecco nel dettaglio le due formule. Con la ‘Station Based’, si prenota la macchina in anticipo, fino a 15 minuti prima dell’orario di inizio noleggio, e si ritira direttamente andando allo stallo ‘Elettra’, dove andrà anche restituita. È la soluzione migliore per spostamenti medi e lunghi. Le auto in ‘Station Based’ sono disponibili nei quarantasei parcheggi ‘Elettra’ posizionati tra Pegli e Nervi.

Il servizio ‘Free Floating’, invece, prevede veicoli che non vanno prenotati e che possono essere presi e riconsegnati in qualsiasi punto all’interno dell’area operativa. Basta avvicinarsi all’auto e sbloccarla tramite il QR Code per partire, oppure si può anche opzionarla per qualche minuto, giusto il tempo di raggiungerla e attivare il servizio.

La flotta ‘Free Floating’ ha un’autonomia che oggi raggiunge i 230 chilometri e può essere guidata anche dai neopatentati: trova spazio per essere parcheggiata ovunque, grazie ai suoi sensori e alla telecamera. Le auto in ‘Free Floating’ si trovano all’interno del perimetro operativo che attualmente va da San Benigno a Boccadasse, toccando i quartieri di Castelletto, Marassi e San Martino. Sono previste gradualmente nuove fasi di ampliamento dell’area ‘Free Floating’ nei prossimi mesi. Transizione ecologica ed energetica: ecco come Genova dà il suo esempio.

Ti potrebbe interessare anche