Home SportCalcio Virtus Entella e Rupinaro firmano un contratto di affiliazione: “La famiglia si allarga”

Virtus Entella e Rupinaro firmano un contratto di affiliazione: “La famiglia si allarga”

da Alberto Bruzzone

di DANILO SANGUINETI

Rupinaro è la risposta. Una società modello: non è una volta tanto un modo di dire ma un dato di fatto. Il club che partecipa al campionato di Seconda Categoria per l’intera l’estate, anzi per tutto il periodo sospensione dell’attività, ha continuato a inventare modi e studiare programmi per ovviare alle nuove problematiche, per rispondere alle nuove sfide che la pandemia avrebbe inevitabilmente portato. Innovazioni, coinvolgimento di altre associazioni e realtà sportive, alleanze con altre squadre e club calcistici in modo da poter offrire una soluzione ‘ad ala variabile’ per ogni tipo di esigenze si presenti in una stagione che si annuncia comunque complicata.

La parola d’ordine è stata ‘Osare e crederci’. La spiega in questo modo il direttore generale Ilario Ghiorzo: elaborare un’alleanza programmatica e strutturale con la Virtus Entella 1914 poteva sembrare un passo più lungo della gamba. “La partnership con la Virtus Entella, società professionistica, è di importanza decisiva. Nulla cambia a livello di autonomia societaria ma questa partnership ci consentirà di far crescere i nostri ragazzi e ragazze a livello sportivo e non solo. Ci sono molti progetti in fieri tra le nostre società, progetti che gioveranno a tutto il comprensorio chiavarese. Resta un grande sogno, una passione vera e quindi Forza Rupinaro!”.

L’Entella da parte sua ha risposto pronta per bocca del d.g. biancoceleste Matteo Matteazzi: “Con grandissima soddisfazione la Virtus Entella accoglie la società ASD Rupinaro Sport nella sua grande famiglia. È stato firmato il contratto di affiliazione che legherà il Rupinaro alla nostra società per la prossima stagione sportiva. È un grande piacere poter accogliere una società giovane, ma estremamente preparata e organizzata che, come noi, crede nella formazione dei giovani portando avanti valori come il rispetto e l’uguaglianza applicati al mondo dello sport”.

Oltre all’accordo strategico il Rupinaro Sport ha lavorato alacremente su diversi piani. Al campo ‘Franco Celeri’ sulla Colmata a Mare ad agosto sono ripresi gli allenamenti della squadra di Seconda e di quella che esordirà in Terza. “Oltre 40 calciatori e una ventina di tecnici e dirigenti hanno varcato la soglia del campo alla fine del mese scorso e calpestato il tappeto verde portando gioventù, colore, allegria ed entusiasmo sulla Colmata, cancellando per un momento il recente passato di astinenza e privazione”.

Le nuove norme anti Covid-19 obbligano alla compilazione di un’autocertificazione, alla misurazione della febbre, al distanziamento e al divieto di assembramento, tutti ostacoli che moltiplicati per 60 persone paiono ardui, complessi ed ingestibili ma con l’esperienza del Dream Team delle conchiglie, guidate dallo con la preziosa opera della impagabile Sonia, le operazioni sono andate avanti in modo impeccabile.

“Grande collaborazione da parte dei nostri ragazzi che nonostante la giovane età hanno ben chiaro in mente che il virus non è scomparso e che non bisogna mai abbassare la guardia per loro e per il loro familiari. Molti dei ragazzi, perché tutti non possono entrare negli spogliatoi, si sono cambiati in campo sulla linea del fallo laterale a ridosso della rete di recinzione…”.

La prima squadra, allenata da mister Massimo Maiolino, è iscritta ufficialmente al campionato di Seconda Categoria – Girone E e alla Coppa Liguria di Seconda Categoria. La Femminile, allenata da mister Francesco Longinotti, è iscritta ufficialmente al campionato di Eccellenza Femminile e alla Coppa Ligure Femminile. Il Rupinaro ‘B’, allenato da mister Paolo Garzia, è iscritto ufficialmente al campionato di Terza categoria – Girone di Chiavari e alla Coppa Liguria di Terza.

Ripartita ufficialmente ad inizio settembre anche l’attività calcistica giovanile della società. Riflette Ghiorzo: “Il periodo di lockdown ci ha permesso di capire e apprezzare l’importanza dello sport, in questo caso il calcio, a livello giovanile. Giocare a calcio per noi significa divertimento, relazione con coetanei e non solo, crescita e maturazione fisica e psicologica, rispetto delle regole, lealtà, giocare per vincere senza patemi, accettazione della sconfitta, impegno e costanza, sacrificio e amicizia. Questo sarà il nostro sesto anno di attività ludica-sportiva giovanile e proprio per questo abbiamo deciso di migliorare e investire sul settore giovanile per offrire un servizio sempre migliore alle nostre famiglie. Il nostro spirito e le nostre motivazioni non cambiano e non cambieranno mai, ma dal punto di vista tecnico e organizzativo abbiamo dato una svolta”.

Ti potrebbe interessare anche