Home SportBeach Soccer Beach Soccer, è nata la Virtus Entella: giocherà in serie A

Beach Soccer, è nata la Virtus Entella: giocherà in serie A

da Alberto Bruzzone

di DANILO SANGUINETI

L’Entella si insabbia. Non il fiume, la società di calcio che oltre all’erba più o meno reale, più o meno sintetica dei campi a 11 giocatori, apre una succursale nel mondo in pieno sviluppo e grande crescita del Beach Soccer. Se il successo si misura anche dalla capacità di attrarre e coinvolgere altre realtà, altri club, altre imprese, sicuramente la Virtus Entella del presidente Gozzi è in un momento sì.

Il Beach soccer non è più moda passeggera, ha conquistato spazi e visibilità impossibili anche solo da fantasticare sino a un decennio fa, e una società come quella biancoceleste che ha mostrato capacità innovative in diversi settori non poteva lasciarsi sfuggire questa opportunità. Nasce la Virtus Entella Beach Soccer che giocherà nel campionato di serie A perché rileva il titolo sportivo del Bragno: il club ha deciso di cambiare riviera perché nel Savonese non c’erano più gli entusiasmi, e i mezzi, di un tempo.

Sarà un’estate davvero speciale per tutti i tifosi dell’Entella. Dalla collaborazione con il Bragno, infatti, nasce la Virtus Entella Beach Soccer che nella stagione 2019 giocherà quindi nel campionato di serie A. La squadra debutterà già nel mese di maggio ad Alghero in Coppa Italia.

I chiavaresi saranno inseriti nel campionato di serie A Poule Promozione insieme all’Atletico Licata, Bari Beach Soccer, Cagliari Beach Soccer, Città di Milano, Genova Beach Soccer, Noname Nettuno, Romagna Beach Soccer, Sicilia Beach Soccer e Vastese Beach Soccer.

L’ultima classificata retrocederà nel campionato di serie B, mentre la prima classificata potrà accedere alle finali per il tricolore con le prime 7 della Poule scudetto. Il campionato si svolgerà in 3 tappe nelle quali le 10 squadre si affronteranno in 3 incontri di sola andata. Si giocherà a Viareggio, San Benedetto del Tronto e Lignano Sabbiadoro. La squadra ha già iniziato la preparazione in vista dei primi appuntamenti agli ordini del tecnico Cristian Cattardico, rinominato ‘Harry Potter’ da molti addetti ai lavori per il suo passato da calciatore.

Il Bragno, da cui l’Entella prende il posto nel campionato, l’anno scorso si è classificato al sesto posto e adesso i ragazzi cercheranno di portare più in alto possibile i colori biancocelesti. La transazione da Ponente a Levante è stata facilitata dal fatto che nell’organico del club ci fossero tre ragazzi del tigullio, il portiere Dondero, Bacigalupo e soprattutto Giacomo ‘Jack’ Gandolfo, il bomber delle due Riviere, da anni ai vertici della classifica cannonieri in varie categorie e vari club liguri, che si divide tra calcio a 11 e Beach Soccer. Quest’anno per esempio con i suoi gol oltre a tenere nella massima serie il Bragno ha anche portato ai play off di Promozione il Real Fieschi. In questo matrimonio in biancoceleste c’è anche il suo zampino.

“Diciamo che avevo il background giusto (sorride, ndr). Io nell’Entella sono cresciuto, ho giocato in diverse sue formazioni. Nei mesi scorsi si è presentata quest’occasione: c’era necessità di trovare un ‘socio’ forte, la società Bragno aveva deciso di passare la mano se non avesse trovato una collaborazione. Ho fatto da mediatore, favorito anche dal fatto che a Chiavari e Lavagna era in crescita una realtà importante come Beach Sports Chiavari che ha preso in affitto il bocciodromo lavagnese e ha una base attrezzata nei bagni davanti al porto ‘Ammiraglio Gatti’. Potremo allenarci tutto l’inverno a Lavagna, un fattore decisivo per rimanere ad alto livello”.

E si sta pensando anche ad allargare la base dei praticanti. “La Virtus Entella in collaborazione con Beach Sports Chiavari organizza un Beach Soccer Summer Camp che si terrà in due sessioni, dal 17 al 21 giugno e dal 24 al 28 giugno, sui campi del porto turistico e dell’ACD Entella nella vicina Colmata a Mare. Le classi interessate sono quelle dei nati dal 2005 al 2013”. La macchina biancoceleste comincia a girare e non teme i granelli di sabbia nel motore. Anzi.

Ti potrebbe interessare anche