Sport

Corsa, Sport

Stefano Privino, il ‘guerriero’ delle corse più estreme

Andare oltre, ai propri limiti fisici e forse ancor prima mentali sembra essere uno dei must degli sportivi che si dedicano alle ‘ultra specialità’. Autentici fachiri che usano sentieri, ostacoli, pesi e quant’altro per costruirsi un letto di chiodi che dà molto più fastidio di quello, accuratamente preparato sfruttando le leggi della fisica, dai santoni indiani.

Ogni giorno si sposta un po’ più in là il confine della resistenza e della fatica. Lo sta sperimentando sulla propria pelle Stefano Privino di Avegno, che da due anni è entrato nel giro delle OCR (Obstacle Course Race), ossia delle corse su percorso con ostacoli. Itinerari o circuiti su strada inframezzati da prove di forza e di agilità come sollevare pesi…

Calcio, Sport

Val d’Aveto, quella Polisportiva che visse due volte

di DANILO SANGUINETI Calcio ma non solo nella Polisportiva Val d’Aveto, che ha appositamente anteposto nella ragione sociale alla definizione geografica il termine che contraddistingue un club che pratica più discipline. Anche se il calcio era e resta il core business della società che in venti anni di peregrinazioni e sacrifici mai ha voluto tagliare il cordone ombelicale che la lega alla capitale della vallata, tanto da portare con orgoglio lo scherzoso appellativo di ‘Yeti’ per sottolineare un’appartenenza alla altissima montagna, almeno per i parametri liguri. Santo Stefano è la casa madre, il Comunale il terreno dove si fa sempre ritorno…

Calcio, Sport

Giacomo Gandolfo, professione bomber su qualunque campo

Giacomo Gandolfo è l’amleto dei campi in terra battuta. Spiaggia o erba, lui non sceglie. La singolarissima avventura di un calciatore dotato di indubbie doti tecniche e altrettanto indiscutibili pregi fisici che gli consentono di svariare nel modo più estremo possibile. Non da una fascia all’altra e neppure da uno…

Pallanuoto, Sport

Mario Sinatra, il mister che la sa… cantare benissimo

Un Mangiafuoco all’incontrario che trasforma pupazzi in ragazzi, anzi in atleti. Martedì 15 gennaio guardando Italia-Olanda, valida per la fase eliminatoria dell’Europa Cup femminile, Mario Sinatra, allenatore del Bogliasco di A1, barba fluente e fisico imponente, aveva numerose ragioni per essere orgoglioso di quanto accadeva in vasca.
Il Setterosa che stava strapazzando la pur forte nazionale orange aveva una line up in maggioranza, sia pure relativa, ‘sinatriana’. Garibotti, Avegno, Queirolo, Viacava, Bianconi, ossia la spina dorsale dell’Italia degli ultimi anni, la base del commissario tecnico Fabio Conti, sono prodotti usciti dal suo laboratorio, incredibilmente vincente, impiantato prima a Rapallo e nell’ultimo quinquennio a Bogliasco.

1 2 3 4 5 17