Chiavari: il Comune vaglia le spiagge, la minoranza vaglia i conti
Approfondimento, Attualità

Chiavari: il Comune vaglia le spiagge, la minoranza vaglia i conti

(r.p.l.) Quasi trecentomila euro per il ripascimento delle spiagge e la risistemazione dei pennelli di fronte alla costa. Il Comune di Chiavari si prepara in vista della stagione estiva con un’intensa serie di lavori che riguarderanno il litorale.

La prima deliberazione da parte della giunta comunale è quella dello scorso 18 marzo: Palazzo Bianco stanzia 130mila euro per il ripascimento dei vari lidi, con i lavori che inizieranno a stretto giro, dopo che l’appalto sarà stato affidato. La seconda tranche invece è ancora da definire, ma anche questa dovrebbe essere prossima.

A dare la roadmap degli interventi è l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Massimiliano Bisso. L’anno scorso, l’amministrazione comunale finì nel mirino perché le operazioni andarono avanti sino a giugno, quindi a stagione già iniziata. L’obiettivo di quest’anno, quindi, è di chiudere molto prima tutte le attività che, secondo Bisso, sono meno complesse del previsto: “C’è stata una sola grossa mareggiata, mentre l’inverno precedente ve ne erano state parecchie, quindi in questa occasione procederemo in modo differente”.

Nel 2018, Palazzo Bianco sperimentò una tecnica di vaglio della sabbia direttamente sulla spiaggia e in maniera molto approfondita: “Quest’anno – specifica Bisso – non ve ne sarà bisogno perché, a parte il legname, non si sono depositati detriti sotto alla sabbia. Quindi, procederemo con una lavorazione ordinaria”.

Il che significa: movimentazione della sabbia direttamente dalla barra alla foce dell’Entella, in accordo con Regione Liguria e con Arpal, vaglio e risistemazione del materiale direttamente sulle varie spiagge. “Porteremo la sabbia sulle spiagge già pronta. Ho chiesto solamente, se sarà necessario, un ulteriore ‘lavaggio’ della sabbia per ridurre la quantità di perlite. Ci saranno due granulometrie: una più fine, che andrà collocata in superficie, mentre una più grossa andrà a fare da fondo, specialmente in quelle spiagge nella zona di Preli che sono state più ‘mangiate’ dalle mareggiate”. Il totale del materiale trattato è di circa ottomila metri cubi, come indicato nel verbale della seduta di giunta.

“A questo lavoro – prosegue Bisso – c’è da aggiungere quello sui pennelli. Alcuni scogli, lo scorso inverno, sono affondati. Occorre recuperarli e rimetterli al loro posto. Altri, che risultano danneggiati, vanno sostituiti. Sono tutte operazioni necessarie per mettere in sicurezza la costa. Anche su questo, intendiamo procedere”.

L’importo dei lavori di vagliatura e ripascimento è più o meno analogo a quello dello scorso anno. Ma molto dissimile rispetto, invece, all’intervento del 2016 sotto l’amministrazione precedente. Allora, i metri cubi movimentati furono diecimila, ma l’importo complessivo si fermò a 84mila euro. Quindi, quasi cinquantamila euro in meno. La differenza non è sfuggita ai consiglieri comunali d’opposizione. Il gruppo consiliare Noi di Chiavari ha protocollato nei giorni scorsi un’apposita interrogazione, per capire l’entità della spesa.

Discorso politico a parte, l’auspicio della cittadinanza è che tutto sia pronto in poche settimane, in modo da non farsi trovare impreparati per l’inizio della stagione balneare. Bisso osserva: “L’anno scorso fu un lavoro molto più lungo, per via delle condizioni delle spiagge. Stavolta non è necessario ripeterlo. L’aspetto importante invece, e al quale teniamo molto, è proprio quello legato ai pennelli. Anche perché più difendiamo la costa, più le spiagge saranno preservate”. Intanto, è ancora valida l’ordinanza emessa dal sindaco Di Capua e relativa allo smaltimento del legname ancora presente sulle spiagge. Potrà essere bruciato direttamente sul posto, pur rispettando alcune regole precise.

Sul fronte delle politiche turistiche e dell’incoming, invece, si è chiusa con successo la terza edizione di ‘Discover Italy’, importante evento di promozione turistica che ha permesso a un nutrito numero di operatori turistici stranieri di incontrare i colleghi italiani in una giornata destinata agli accordi commerciali con un approccio b2b, cioè definiti direttamente tra chi vende e chi compra turismo. Hanno partecipato i Comuni di Sestri Levante, Chiavari e Framura, con il supporto logistico e organizzativo di Mediaterraneo Servizi e con il patrocinio e il supporto di Regione Liguria e di Agenzia In Liguria. L’edizione 2019 ha visto l’ingresso ufficiale dei Comuni di Moneglia e Deiva Marina tra gli organizzatori dell’evento.

3 Aprile 2019