Gal, pubblicato il Bando dedicato alle strutture ricettive extralberghiere
Il mio comune

Gal, pubblicato il Bando dedicato alle strutture ricettive extralberghiere

Creazione di nuove strutture ricettive extralberghiere, riqualificazione di quelle esistenti e sostegno alla creazione e valorizzazione di consorzi, questi gli obiettivi del Bando dell’Agenzia di Sviluppo Gal Genovese che sarà aperto dal 7 dicembre al 21 febbraio e che è parte integrante del Programma di Sviluppo Rurale della Liguria (PSR 2014-2020, Misura 19.2 della Strategia di Sviluppo Locale “Qualità&Sviluppo” del GAL Genovese).

Il bando ha una dotazione finanziaria di 400.000,00 € ed è rivolto a B&B, affittacamere, CAV, rifugi alpini ed escursionistici nonché a consorzi di strutture ricettive extralberghiere, già esistenti o di nuova apertura che ricadano all’interno dell’area di competenza dell’Agenzia di Sviluppo GAL Genovese S.r.l.                                                                                                                                                            Il territorio è molto ampio e comprende le Valli Stura, Orba e Leira, l’Alta Val Polcevera, l’Alta Val Bisagno, le Valli del Recco e Val Fontanabuona inclusi Cogorno e Carasco.

Alcuni dei comuni dell’area durante la programmazione Leader+ avevano beneficiato di un’azione analoga relativa alla creazione di nuove strutture ricettive di tipo extralberghiero che ha dato buoni risultati, con questa operazione si vuole partire dall’esperienza maturata, e sostenere, oltre alla nascita e al miglioramento qualitativo, anche la caratterizzazione dell’ospitalità, ovvero la creazione di spazi e servizi dedicati all’outdoor. L’intervento di riqualificazione consente infatti la realizzazione di depositi e officine per attrezzature sportive (bici, canoe…) nonché spazi attrezzati interni ed esterni (bicigrill…). Sarà premiata la partecipazione di “giovani beneficiari” attribuendo loro un maggior punteggio.

Ad oggi le aree su cui si concentrano la maggior parte delle strutture sono la Val Fontanabuona e la Valle Stura (68) con un totale di circa 100 su tutto il territorio interessato. Il bando consentirebbe perciò a territori che ad oggi sono caratterizzati da un’offerta ricettiva extralberghiera limitata, di creare nuove e sostenibili opportunità di crescita, economica e turistica.

“La crescita dell’ospitalità sia in termini qualitativi sia in termini quantitativi rappresenta un elemento fondamentale per la crescita socioeconomica del territorio e quindi per la lotta all’abbandono – afferma la Presidente del Gal Genovese Alessandra Ferrara – e dopo le difficoltà che la società ha dovuto affrontare, siamo ancora più lieti di poter finalmente garantire nuove possibilità di sviluppo”.

Il sostegno previsto sarà pari al 50% della spesa ammissibile.

Per illustrare meglio il bando sono stati previsti tre incontri sul territorio:

Lunedì 10 dicembre alle ore 15.00 per Alta Val Polcevera presso la Sala del Boccascena di Palazzo Balbia Campomorone

Giovedì 13 dicembre alle ore 15.00 per Valli Stura Orba e Leira presso la Sede dell’Unione dei Comuni nel Municipio di Rossiglione

Venerdì 14 dicembre alle ore 17.00 per Alta Val Bisagno, Val Fontanabuona e Valli del Recco presso la Sala Riunioni della ex-scuola elementare di Gattorna di Moconesi.

29 Nov 2018