l’editoriale
  • Al servizio del pubblico: gli Uffici Comunali di Chiavari chiusi il sabato senza preavviso
    Abbiamo ricevuto in redazione moltissimi messaggi di cittadini chiavaresi arrabbiati che si lamentano per aver trovato, sabato mattino scorso, gli Uffici Comunali chiavaresi chiusi, in particolare l’Anagrafe e l’Ufficio Tributi. Nessuna comunicazione da parte del Comune, nessun avviso, soltanto una saracinesca abbassata e una porta chiusa. Abbiamo provato a capirci qualcosa di più e al di là della meritevole denuncia dei consiglieri di opposizione Roberto Levaggi, Silvia Garibaldi e Daniela Colombo, non siamo riusciti a saperne granché. Solo 'rumors' sul fatto che il sindaco Di Capua, inaudita altera parte (in particolare la Giunta e l’Assessore al Personale, che pare non ne sapessero nulla) si sarebbe lasciato convincere dalle rappresentanze sindacali interne del personale, accondiscendendo a un’antica rivendicazione dei dipendenti comunali di non lavorare al sabato mattina. Se fosse davvero così, ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli. Un Comune che ha una percentuale molto elevata di cittadini che sono a Chiavari solo nel fine settimana per ragioni di lavoro (pendolari e/o gente che lavora stabilmente fuori di Chiavari durante la settimana) o di residenza (ospiti con residenza a Chiavari ma spesso fuori dalla città o turisti con casa di vacanza a Chiavari) e che quindi possono usufruire dei servizi e degli uffici comunali solo il sabato mattina li lascia, incredibilmente, a piedi, chiudendo i servizi senza neanche un preavviso. La questione è sempra la stessa. Chi è il cliente? Quali sono gli interessi prioritari da salvaguardare? Un responsabile di pubblico servizio, un amministratore comunale, un Sindaco dovrebbe innanzitutto porsi queste domande e decidere di conseguenza. È chiaro che l’interesse prevalente e prioritariamente tutelabile in un caso del genere è quello del pubblico e quindi le richieste sindacali e dei lavoratori, sia pure legittime, dovrebbero passare in secondo piano. Sarebbe come a dire che i vigili il sabato e la domenica possono starsene a casa. leggi

IN PRIMO PIANO

Attualità, In primo piano

Chiavari, anagrafe e tributi cambiano orario. Levaggi: “Assurdo”. Di Capua: “Misura sperimentale”

La chiusura al sabato di alcuni uffici comunali è l’ultimo terreno di scontro tra maggioranza e opposizione a Chiavari. Sabato scorso, al previsto orario di apertura, gli sportelli di anagrafe e di tributi di Palazzo Bianco non erano operativi. Accanto alla saracinesca dell’entrata, i cittadini hanno trovato affisso il nuovo orario, e solamente in questo frangente hanno potuto apprendere della novità. Molte persone sono andate via, alcune hanno polemizzato, altre hanno mostrato le loro ricevute per il ritiro dell’atto, che indicavano ancora la possibilità di poter accedere in orario sabatale. Disservizio o mancanza di comunicazione? Tra i primi a insorgere, ecco i consiglieri di minoranza di Noi di Chiavari che, nella stessa mattina di sabato, hanno prodotto un comunicato piuttosto duro: “Che cosa significa uffici chiusi al sabato? Il Comune ha rifatto gli orari degli uffici senza informare la cittadinanza? Che cosa ha da dire in merito il sindaco Di Capua?”, si domandano Roberto Levaggi, Daniela Colombo e Silvia Garibaldi. Che aggiungono: “Quando è stata presa questa iniziativa e che effetto avrà? Durerà per sempre?"

AZIENDE IN VETRINA

DESIGN WEEK

START-UP IN PIAZZA

LA PIAZZA RICORDA

RACCONTI DALLA PIAZZA

IL LIBRO

STORIE DI SPORT

Sport

Sport, Vela

Lega Navale di Chiavari e Lavagna: da 111 anni sul mare

di DANILO SANGUINETI Lega con la L maiuscola ossia come unione di persone che erano, sono e saranno dedite a un solo scopo. Per esempio quello di praticare, insegnare, propagandare il mare, in una parola Lega Navale Italiana. La sezione di Chiavari e Lavagna ha sin dai suoi esordi avuto un occhio di riguardo per la vela, ma non si è certo fossilizzata su questo. Parlando di esordi, salta subito agli occhi la data di nascita del sodalizio, è appena entrato nel suo centoundicesimo anno, una longevità che la fa entrare di diritto nel ristretto cerchio delle veterane dello sport ligure. Il presidente della sezione di Chiavari e Lavagna della Lega Navale Italiana, il dottor Verna, è meticoloso nell’indicare natura...
Calcio, Sport

Luca Galimberti pronto a “esportare” calcio in Lituania

Il fenomeno dei cervelli in fuga si estende anche allo sport. Luca Galimberti tra un paio di settimane diventerà ‘l’uomo venuto dal caldo’. Esporterà sapienza calcistica in Lituania, nazione rampante dal punto di vista economico, depressa o comunque bisognosa di apprendere in campo sportivo. Uno dei pochi primati che il Belpaese conserva, sia pure a fatica, è proprio quello della didattica calcistica. Il nostro know how tattico e tecnico se la batte con i migliori, siamo almeno in questo ancora nella fascia di eccellenza. L’abbondanza di istruttori è tale che uno come Galimberti, milanese di nascita e chiavarese di adozione, può dare una svolta alla sua carriera alla non più verde età di 52 anni. Nato a Milano, trasferitosi a...
Ciclismo, Sport

Il Team Cinelli parte e sogna grandissimi traguardi

Il ciclismo resta uno sport sinceramente popolare. Almeno nella enclave della Liguria creata dal torrente Lavagna, delimitata dai primi contrafforti montuosi a sud e dalla dorsale appenninica a nord. La linea di demarcazione tra le pratiche sportive alla moda e il sostegno agli sport basici, antichi e affascinanti come il ciclismo corre lungo una valle, per la precisione la val Fontanabuona. Nel pezzo di Levante che corre tra Carasco e Gattorna la bicicletta non è un hobby, è una passione sempreverde. Nel corridoio verde parallelo al mar Ligure e sulle colline che lo punteggiano, si sono formati diversi corridori che hanno scalato le classifiche nazionali e sono diventati professionisti, ultimo in ordine di tempo il promettentissimo Luca Raggio da Coreglia...
Spazio Scuole
Il Mio Comune